I Concorrenti di The Apprentice

Sta per iniziare The Apprentice, il nuovo talent con Flavio Briatore, che affiancato da due tutor, dovrà incoronare il nuovo businessman e dargli l’opportunità di lavorare con lui fianco a fianco per un’esperienza di lavoro unica. I concorrenti sono 16, selezionati da oltre 5.000 candidati, e sono 8 donne e 8uomini.

Gli aspiranti soci di Briatore sono:

Marcella Gamba che ha 39 anni e di origini bresciane. Diploma in tasca si è dedicata all’attività di famiglia che tratta armi ed accessori per la caccia. Attualmente ricopre il ruolo di manager in un’agenzia assicurativa. La Gamba è una madre single, con la voglia di emergere nel mondo degli affari: sogna di avere un’azienda tutta sua. Il suo motto è: “Un problema va risolto, a tutti i costi e con tutti i mezzi”.

Chiara Gallana: si è appena laureata in Economia Aziendale questa padovana giovanissima -24 anni-. Attualmente è responsabile PR ed eventi di una società musicale molto celebre, e ha dunque anche una grande passione per la musica jazz e gospel. Sveglia, energica e frizzante, sogna di avviare un business tutto suo proprio nel campo della musica. Afferma come un mantra “Lavorare con lentezza è la morte del risultato”.

Beatrice Orlando: ha trentatre anni, originaria di Avellino, laureata in Economia e Commercio e con un Master in Finance in tasca. Attualmente è ricercatrice universitaria nel settore finanza alla Sapienza. Decisa, organizzata, esperta di marketing, investimenti e finanza, viene descritta da chi la conosce bene come trasgressiva e ribelle. Sogna di avere una sua società di consulenza strategico-finanziaria. Il suo motto preferito è: “Quando hai tutto sotto controllo e sai calcolare ogni rischio, allora puoi sempre dire di sì”.

Jessica Cibin: ha solo 26 anni ma la laureata in Psicologia alla Winchester University ha già avviato un’agenzia di recruiting di hostess, modelle e interpreti. Prorompente, determinata e forte, è particolarmente portata per le pubbliche relazioni e i rapporti commerciali. La sua affermazione preferita è :“Solo con l’esperienza sul campo si può passare dall’altra parte della barricata”.

Norma Bossi: la ventisettenne di Varese, laureata in Scienze della Comunicazione è una Communication Manager e Press Office Manager. Aperta ad ogni cambiamento, precisa, esperta di informatica. Il suo motto: “Se fai grandi cose, ma non le sai comunicare… hai chiuso”.

Martina Frappi: ha 25 anni, originaria della provincia di Arezzo, è diplomata inFashion Styling all’Istituto Marangoni di Milano, è già imprenditrice e fashion designer; nel 2009 ha addirittura ideato e realizzato una linea di gioielli e scarpe di lusso e dal 2011 ha arricchito l’attività con una linea di borse. Bella ma non appariscente, ha un look molto castigato e professionale. Per darsi la carica si ripete spesso: “Il business nel cassetto è possibile solo se smetti di sognare e agisci”.

Maria Elena Caruso: milanese di 29 anni, ha una Laurea specialistica in International Economics, un Master of Science in Finance e un Master of Business Administration. Un passato da analista a Londra ed oggi è un Amministratore Delegato di un’azienda che lei stessa ha creato e che si sta espandendo nel campo del commercio digitale di profumi e altri prodotti di bellezza. Distinta e sofisticata, parla inglese, francese, un po’ di giapponese, russo e tedesco. La sua frase ispirazione è : “Quando guardi le cose, non fermarti ad un solo punto di vista, ma giraci intorno a 360°”.

Silvia Fazzini: Ha 23 anni ed è livornese, con una laurea in Lingue Orientali e prossima alla specializzazione in Interpretariato e traduzione (lingue cinese e inglese). Grande dialettica, un po’ egocentrica, parla cinese, inglese, tedesco, spagnolo, un po’ di giapponese. Si ripete spesso per darsi la carica che: “Porsi obiettivi ambiziosi è il miglior punto di partenza”.

Queste erano le ragazze concorrenti di The Apprentice. Vediamo ora i ragazzi:

Enrico Tarantino: ha 25 anni, è pugliese, laureato in Ingegneria delle Telecomunicazioni. Oggi lavora come sviluppatore di software freelance. Parla inglese e spagnolo e ha creato lo studio TarantinoTecnologie, una sorta di laboratorio di idee e innovazione.

Matteo Gatti: ha 38 anni, un diploma scientifico e vive a Rovato. Parla poco ma fa tanto, dice di sé : da rappresentante di imballaggi è arrivato a fondare, grazie ai suoi contatti procurati nel tempo, la Gatti Building, società che tratta resine per l’edilizia. Questo è il suo motto: “Saperci fare con la gente vuol dire guadagnare”.

Alberto Belloni: viene da Modena, ha 37 anni ed ha un diploma in ragioneria. Pare sia particolarmente portato per la carriera nel mondo degli affari ; dopo aver lavorato nell’impresa di famiglia che tratta tabacchi e articoli per fumatori, ha fondato una sua società di Distribuzione Vini che ha sede a Montecarlo. Il suo obiettivo: un’azienda di e-commerce di auto low cost.

Francesco Menegazzo: ha 29 anni e viene da Treviso, con laurea specialistica in Finanza, Intermediari e Mercati. Nella vita lavora come trader bancario ed è responsabile dell’Equity Financing di una filiale di una celebre banca nazionale. E’ anche il socio di una società che organizza eventi ed è elegante, educato e raffinato. Sogna di ‘reinventare i viaggi incentivo trasformandoli in progetti benefici nel terzo mondo’. Di sé dice: “Mi chiamano pugno di ferro in guanto di velluto, chissà perché…”.

Stefano Di Dio: “Tutto è possibile, basta saperlo dire in tutte le lingue del mondo”. E’ questo il motto di Stefano Di Dio, che ha 36 anni ed è di Milano; esperto in mercati esteri e una bella laurea in Filosofia in tasca. E’ il titolare di un’azienda di consulenza nel settore beverage, ha un figlio ed è un ex atleta di snowboard. Parla inglese e portoghese. Il suo obiettivo è lavorare come business advisor nel mondo dei beni di largo consumo.

Enrico Perone: il venticinquenne torinese è diplomato al Liceo Classico Artistico con laurea allo IED in Comunicazione e Pubblicità. Un vero e proprio creativo ed anche copywriter geniale, inizia la sua ascesa nelle agenzie d’Italia più rinomate fino a costruire la sua agenzia non convenzionale. Risoluto e ambizioso e ama definirsi resiliente, perché aggredisce la vita con creatività. Parla inglese e spagnolo. Il suo motto preferito è : “Non voglio partecipare a The Apprentice Italia, io voglio vincere”.

Donatello Bellomo: ha 33 anni, lavora come consulente freelance di Marketing online a Bari, ha una Laurea in Economia e Commercio. Deciso e con un gran spirito di avventura, vorrebbe creare un fondo d’investimento per finanziare startup tecnologiche. “Mantenere il controllo della situazione, mi porterà alla meta”, dice.

Davide Gaiardelli: ha 34 anni, di Verona, laureato in Economia e Commercio e con Master in Business Administration a Cambridge. Ha amministrato la sede di Bratislava di una società italiana di spedizioni internazionali. Il suo sogno è produrre spazzolini da denti personalizzati. Vorrebbe creare un nuovo social network con un’idea di marketing rivoluzionaria. Afferma: “Se ti fermi a un’idea vincente ora, sei già passato”.

Questa voce è stata pubblicata in concorrenti. Contrassegna il permalink.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>